La spesa contenuta nel maxi-emendamento e’ pari 8,21 milioni di euro, stanziamento che ha portato il budget a 11,758 mln. Fondi all’Istituto vite e vino (2 milioni), Istituto ciechi “Ardizzone e Gioeni” (50 mila in piu’), Stamperia Braille (200 mila in piu’ nel 2020 e 300 mila nel 2021), Movimento turistico verso la Regione e per il turismo interno (un milione in piu’), Istituto zootecnico (650 mila euro in piu’), Ente nazionale sordomuti (200 mila euro), Societa’ interporti (300 mila nel 2020 e 500 milioni nel 2021), Autodromo di Pergusa (75 mila euro), Coppem (150 mila in piu’), Stazione sperimentale per la granicoltura (30 mila euro), Istituto Florio e Salamone (230 mila euro in piu’), Polo universitario di Enna (250 mila euro in piu’), Stagnone di Marsala (100 mila euro), Museo Mandralisca (200 mila euro), Villa del Casale di Piazza Armerina (200 mila euro). E ancora: ai dipendenti provenienti dalle societa’ liquidate Azasi, Ems, Espi (2,9 milioni), Irsap (9 milioni), Istituto vino e olio (5,2 milioni), Incremento ippico (2,3 milioni), Esa (13,5 milioni), Ersu (9 milioni), Ipab (1,5 milioni), Stabile di Catania (1,5 milioni), Pirandello di Agrigento (36 mila euro), Vittorio Emanuele di Messina (3,6 milioni), Biondo Stabile di Palermo (2,4 milioni), Inda (551 mila euro), Foss (7,7 milioni), Teatro Massimo di Palermo (6,4 milioni). (ANSA).RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA